Istruzioni mini pond

Categoria: Codice: 3795

Descrizione

IL MINI-POND
E’ possibile creare un piccolo giardino acquatico in miniatura, anche sul balcone di casa o nel giardino in città
Prima di tutto è importante considerare  la posizione del nostro mini-laghetto. 
In genere le piante acquatiche soprattutto ninfee e fiori di loto. prediligono il pieno sole essendo però il nostro, un piccolo ecosistema è preferibile che il nostro mini laghetto riceva il sole diretto al mattino e la penombra per tutto il resto della giornata, questo per evitare il surriscaldamento dell’acqua 
Qualsiasi contenitore può andare bene mastelli, tinozze, vasche in pietra, vasi in pvc, ecc , consigliamo una profondità di circa cm 40/50 e un diametro di almeno cm. 60/70,  è importante che  il 40% della superficie sia libera per poter far penetrare la luce solare 
 
 
PIANTE PER IL MINI-POND
Un mini-pond dovrebbe prevedere tre tipi di piante: galleggianti, sommerse e palustri. L’uso di queste piante potrà creare un equilibrio biologico fra la componente vegetale e quella animale, senza obbligarci all’uso di filtri, pompe o altre attrezzature
Le piante galleggianti  ombreggiano l’acqua e contribuiscono a ridurre la presenza di alghe. Inoltre, tramite le radici, assorbono i nutrienti  fungendo da filtri naturali.
Le ossigenati assorbono il carico organico presente nell’acqua limitando così la formazione di alghe; in questo modo l’acqua sarà più pulita e ossigenata. Queste piante costituiscono un substrato ideale per la deposizione delle uova e un rifugio sicuro per i giovani pesci. 
Le palustri purificano l’acqua dalle sostanze di scarto ed inquinanti
E in ultima non potranno mancare le ninfee o i loti nani 
Consigliamo di  ricoprire il fondo del mini.pond con uno strato di ghiaia o ciottoli per far si che si crei l’ambiente adatto per i microrganismi che degradano le sostanze di scarto presenti nell’acqua
Le piante acquatiche vanno piantumate negli appositi cestelli forati, utilizzando il terriccio apposito o la terra di campo. E’ bene poi coprire la superficie con uno strato di sabbia o ghiaino per non sporcare l’acqua 
Le piante acquatiche vanno concimate 1-2 volte l’anno con concime a lenta cessione tipo Osmocode 
 
 
MANUTENZIONE 
E’ necessario asportare dal nostro mini-laghetto, le foglie morte e i fiori appassiti per evitare che vadano ad inquinare l’acqua. Le piante invasive come le galleggianti vanno sfoltite periodicamente
Quando il livello dell’acqua a causa dell’evaporazione si abbassa è necessario ripristinarlo aggiungendo nuova acqua, è opportuno predisporre, almeno il giorno prima, un contenitore con l’acqua da aggiungere in modo che il cloro evapori e il calcare si depositi, in questo modo l’acqua non sarà troppo diversa da quella già presente nella vasca
E’ possibile che all’inizio della primavera si sviluppino delle alghe, che spariranno quando le piante avranno ripreso a svilupparsi. 
 
 
INVERNO
Con l’abbassarsi delle temperature, le piante rallentano la crescita, e smettono di produrre, la pianta scompare sott’acqua, la stagione è finita e anche la ninfea si concede il riposo invernale per riesplodere a primavera.
Le piante passeranno l’inverno in letargo sul fondo della vasca,  ma i rizomi, rimangono vitali, radicati sul fondo del  mini -laghetto e torneranno a germinare quando l’acqua avrà di nuovo una temperatura minima sufficiente per la loro vegetazione. Importante: l’acqua non deve gelare in
profondità fino a raggiungere  l’apice vegetativo, in questo caso il nostro mini-pond dovrà essere posto in un luogo riparato o la superficie dovrà essere coperta con con un telo plastico o una stuoia
Con l’arrivo della bella stagione le piante che avevano fermato la loro crescita nel periodo invernale ricominciano a svilupparsi, e da una sola pianta dell’anno precedente a suo fianco potranno crescere poche o molte nuove piante a seconda della varietà.
 
 
I PESCI
Realizzato il nostro mini-pond, la presenza dei pesci si rileva indispensabile nella lotta contro le zanzare
Per i contenitori di ridotte dimensioni consigliamo la Gambusia, pesce originario del continente americano, le dimensioni variano da 3,50 cm dei maschi ai 6 cm delle femmine,
di un colore grigio-bruno, resistente alle temperature fino a quasi lo 0. 
Le gambusie sono state importate in molti stati verso il 1900 come bioregolatori nella lotta biologica contro le zanzare per combattere la malaria.
Attualmente avendo la pecularietà di nutrirsi di larve di insetti e di insetti acquatici  riescono a controllare la diffusione della zanzara tigre.  Un solo esemplare divora 150 larve al giorno
La gambusia vive in branco e durante una gestazione riproduce circa 30/40 piccoli già formati 
Per popolare il nostro Mini pond saranno necessari due maschi e due femmine
 

Marca

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Istruzioni mini pond”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment